Scuola, un business per 40 mila imprese italiane

La scuola non è solo fatta di studenti, professori, aule e palestre, intervalli e campanelle. E’ anche un universo che rappresenta un business impressionante per migliaia di imprenditori distribuiti su tutto lo Stivale, che operano proprio in questo settore. Nel nostro paese, infatti, sono ben 40 mila le imprese del comparto, che impiegano 144 mila addetti e generano un fatturato annuo di dieci miliardi di euro. Lo dice un’analisi della Camera di Commercio di Milano riferita al secondo trimestre 2017. La ricerca ha tenuto conto di produzione e commercio di libri e articoli di cancelleria, dell’organizzazione di corsi anche linguistici, sportivi e per il tempo libero, delle biblioteche private.

Roma e Milano le città prime della classe

Mappando il territorio italiano, risulta che la città più attiva nello specifico settore della scuola risulta essere Roma con 3.500 imprese circa e oltre 15 mila addetti. Seguono Milano con 3 mila imprese e 18 mila addetti, Napoli con 3 mila imprese e oltre 10 mila addetti, Torino con circa 1.600 imprese e 6 mila addetti. Al Sud spicca Bari con oltre mille imprese e 3 mila addetti.

Sempre riferito a questo specifico business, le regioni che generano maggiori giri d’affari nel comparto scuola sono la Lombardia con 4 miliardi, e poi l’Emilia Romagna, il Veneto e il Lazio con un miliardo circa. Per territorio, gli affari più consistenti si registrano a Milano, con 3,7 miliardi, a Roma con circa un miliardo, a Piacenza, Vicenza, Firenze, Napoli, Torino, Bologna e Padova con circa 300 milioni.

Settore stabile

Il settore scuola sembra essere abbastanza stabile, almeno stando alle rilevazioni, per quanto riguarda il numero delle imprese mentre segna una crescita nel numero degli addetti in Italia. Le imprese calano del -0,9% tra il 2016 e il 2017 nel Paese e sono stabili in Lombardia (+0,2%). Quello che cresce, invece, è il fenomeno dei  corsi extra-scolastici, +3,9%, tra cultura generale, lingue, sport e tempo libero. Gli addetti sono saliti del 3,3% a livello nazionale.

La scuola in Lombardia

In questo specifico segmento, in Lombardia è Milano la città più attiva, con  3 mila imprese e 18 mila addetti. Seguono a distanza  Brescia con quasi 700 imprese e 4 mila addetti, Bergamo con 544 imprese e quasi 3 mila addetti, Varese e Monza con circa 500 imprese e circa 2.500 addetti, Como con oltre 300 imprese e circa 1.600 addetti, Pavia con circa 300 imprese e quasi mille addetti.