Commercio online, crescita record in Lombardia

Il commercio online è cresciuto del 60% negli ultimi cinque anni e la Lombardia è tra i principali attori di questa escalation. Lo rivela un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro delle imprese. In particolare, il commercio online ha fatto un balzo in avanti nel 2019 sul 2018, rispettivamente del +16% e +13% in Lombardia e in Italia: oggi ha raggiunto quota 3.658 imprese attive in regione e 19.710 nel Paese. Una crescita che diventa +60% per la Lombardia e +68% per l’Italia considerando gli ultimi cinque anni con il settore che impiega oltre 7mila addetti in regione su 29mila a livello nazionale, un quarto del totale.

Tra le principali piazze nazionali prima Roma e poi Milano 

In Lombardia Milano è prima con 1.597 imprese, +16% e quasi 5 mila addetti, +22%, seguita da Brescia (464 imprese, +21%), Bergamo e Monza Brianza (con oltre 300 imprese ciascuna, +10% circa). Brescia è anche il territorio dove giovani (27%) e stranieri (16%) pesano di più sul settore. Sono 19.710 le imprese specializzate in Italia nel settore del commercio online e crescono del 13% in un anno e del +68% in cinque anni. Un’impresa su quatto tra chi si occupa di vendita su internet è giovane (25%) e circa il 10% è in mano a imprenditori nati all’estero.

Un settore che dà lavoro a 29mila addetti

Un settore che cresce è anche un settore che genera posti di lavoro. E i dati lo confermano. Le imprese del commercio online occupano 29mila addetti concentrati in Lombardia (7mila, circa un quarto), Lazio e Umbria (un decimo ciascuna). Se Roma è prima per imprese (1.726 sedi, +13%) seguita da Milano (1.597, +16%), Napoli (1.487, +16%) e Torino (798, +14%), Milano concentra il maggior numero di addetti (quasi 5mila, + 22%) seguita da Perugia (2.547). Imperia è prima per peso degli imprenditori nati all’estero (circa uno su tre) e Potenza per peso delle imprese giovani (circa una su due).

In Lombardia le controversie passano da RisolviOnline

Come in ogni altro settore, si possono verificare delle controversie. E quelle legate agli acquisti su internet passano da RisolviOnline, il servizio di online dispute resolution dalla Camera Arbitrale, azienda speciale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. 932 le richieste ricevute e gestite in 16 anni tra B2B, B2C, C2B e C2C. Le controversie riguardano soprattutto l’acquisto di vestiario e accessori, variazioni e annullamento di spostamenti e viaggi.