Assolombarda, nel 2017 cresce il fatturato per il 53% delle aziende

Per le imprese lombarde quello del 2017 sarà “Il miglior risultato assoluto dal 2008”. Parola di Fabrizio Di Amato, vicepresidente Assolombarda per il Centro Studi. I numeri, infatti, sono più che incoraggianti: in base ai dati raccolti, il 53% delle imprese di Milano, Lodi, Monza e Brianza prevede di chiudere il 2017 con un fatturato in crescita rispetto al 2016. Le prospettive per il 2018, invece, sono più caute. Lo scenario emerge dai risultati dell’indagine, realizzata dal Centro Studi di Assolombarda, su preconsuntivi 2017 e previsioni 2018, che coinvolge 300 imprese associate del manifatturiero e del terziario innovativo.

Ottime performance per le imprese del territorio

“Il 2017 si rivela un anno estremamente positivo per le performance delle imprese del nostro territorio. Il migliore risultato assoluto dal 2008, mentre per il 2018 le aziende sono più caute. Guardando nei vari settori, emerge un dato interessante dalle aziende del terziario innovativo, che registrano risultati particolarmente positivi e potranno fare da traino per l’intero sistema produttivo lombardo” spiega Fabrizio Di Amato.

Gli indicatori sono al rialzo

Le buone notizie non sono finite qui. I preconsuntivi 2017 sono infatti in rialzo rispetto alle previsioni formulate sei mesi fa. Rispetto ad aprile, le percentuali ottimistiche sono cresciute. Salgono al 53% (dal 50% del campione intervistato), le imprese che contano di chiudere l’anno con un fatturato in crescita rispetto al 2016, mentre si riduce la quota di chi pensa di avere vendite in linea con l’anno scorso (dal 34% al 27%). Infine, sale al 18% (dal 13%) l’incidenza delle imprese che prevede una riduzione del fatturato per l’anno corrente, restando tuttavia la percentuale più bassa dal 2008 ad oggi.

Terziario innovativo e manifatturiero le aziende con il turbo

Tra i vari settori, le imprese che registrano le migliori performance sono le aziende del terziario innovativo, con il 55% di queste che dichiara un fatturato in aumento nel 2017 (erano il 52% lo scorso aprile). Per quanto riguarda le aziende del manifatturiero, le prospettive di crescita sono attese dal 52% delle imprese del comparto, contro il 49% dichiarato lo scorso aprile.

Luci e ombre sulle previsioni per il 2018

Cauto ottimismo anche per gli scenari del prossimo anno. Per il 2018, il 37% delle imprese intervistate si aspetta ricavi e vendite in crescita. Tuttavia, un’azienda su quattro preferisce non rispondere alla domanda, confermando un clima di incertezza sul prossimo futuro. Sempre in riferimento all’anno che verrà, il 34% delle aziende prevede un 2018 in linea con il 2017, mentre solo il 5%, invece, si aspetta una diminuzione del fatturato.